Dizionario Immobiliare

Tag:, , ,

PROPONIAMO IN VENDITA                              PROPONIAMO IN AFFITTO

A.C.E. (Attestazione di Certificazione Energetica) è un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento.

Abitazione abituale: il luogo in cui una persona si trova ad abitare.

Affitto: è un contratto di locazione che ha ad oggetto il godimento di una cosa produttiva, mobile o immobile (art. 1615).

Agente Immobiliare: L’agente immobiliare è un mediatore, e di conseguenza un imprenditore con tutte le responsabilità che derivano da tale veste giuridica.

Assenso a cancellazione: dichiarazione della Banca che acconsente a procedere con l’eliminazione di un’ipoteca iscritta a suo favore a garanzia di un debito estinto.

Atto pubblico(Atto di compravendita): documento redatto, con le formalità richieste dalla legge, da un notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato ad attribuirgli pubblica fede.

Beni demaniali: sono quei beni appartenenti allo Stato, Regioni, Comuni.

Buona Fede: consiste nell’ignoranza di ledere un altrui diritto.

Cancellazione semplificata(ipoteca): speciale procedimento di cancellazione delle ipoteche iscritte a garanzia di mutui concessi da soggetti esercenti attività bancaria o finanziaria o di finanziamenti erogati da enti di previdenza obbligatoria a propri iscritti, introdotto dal decreto legge 31 gennaio 2007 n.7, convertito, con modificazioni, dalla legge n.40 del 2 aprile 2007.

Cedolare Secca: nuova modalità di registrazione dei contratti di Locazione.

Certificato ipotecario: documento rilasciato dal conservatore dei registri immobiliari contenente copia conforme delle trascrizioni, iscrizioni o annotazioni o l’attestazione che non ve ne è alcuna.

Classe: Grado di produttività classificante un determinato immobile nell’ambito della stessa qualità (nel caso di immobili rurali) o categoria catastale (nel caso di immobili urbani) di un dato Comune. Ai terreni migliori viene attribuita la prima classe, ai peggiori l’ultima, intercalando le classi intermedie. Per gli immobili urbani la classificazione individua gradi di maggior apprezzamento passando dalla classe prima a quella più alta.

Complesso immobiliare: si definisce l’insieme di edifici collegati o meno fisicamente
tra di loro ma caratterizzati dalla presenza di parti a comune che ne determinano
la sostanziale unitarietà.

Condominio: E’ una delle figure della comunione molto diffusa nell’edilizia moderna. Negli edifici si verifica quando gli appartamenti di cui l’edificio è formato non appartengono alla stessa persona, ma a persone diverse. Ciascuna di queste persone è proprietaria esclusiva del proprio appartamento, ma alcune parti dell’edificio: il suolo, le fondazioni, le scale ecc., appartengono in comunione ai vari condomini. La comunione condominiale non è soggetta a scioglimenti.

Foglio di mappa: rappresentazione cartografica catastale di una porzione limitata di territorio di un Comune. La scala di rappresentazione è, in genere 1:2000, più raramente 1:1000 ed 1:4000. L’insieme dei fogli di mappa di un intero Comune è rappresentato nel cosiddetto Quadro d’Unione.

IMU: L’Imposta municipale propria o Imposta municipale unica è un’imposta del sistema tributario italiano che si applica sulla componente immobiliare del patrimonio, atta ad accorpare in un unico tributo l’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) e le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari su beni non locati, e l’imposta comunale sugli immobili (ICI).

Ipoteca: diritto reale di garanzia costituito su beni iscritti nei pubblici registri (immobili, autoveicoli, navi ecc.); per gli immobili, l’ipoteca si costituisce mediante
iscrizione nei pubblici registri del luogo ove è sito il bene ( art. 2827 c.c.). L’ipoteca consente al creditore, se il debitore non adempie spontaneamente ai suoi obblighi, di soddisfare il proprio credito mediante vendita forzata del bene ipotecato, anche se esso è stato alienato dal debitore a terzi.

Iscrizione: formalità con la quale si iscrive nei pubblici registri un’ipoteca.

Locazione: costituisce il contratto con il quale una parte (detta locatore) si obbliga a permettere a un altro soggetto (conduttore) l’utilizzo di una cosa per un dato tempo in cambio di un determinato corrispettivo.

Mappa: carta topografica speciale a grande scala e rappresentazione planimetrica delle particelle catastali. E’ l’elaborato ideato e formato per concretizzare il significato geometrico del Nuovo catasto terreni.

Mutuo:  è un contratto mediante il quale una parte, detta mutuante, consegna all’altra, detta mutuataria, una somma di denaro o una quantità di beni fungibili, che l’altra si obbliga a restituire successivamente con altrettante cose della stessa specie e qualità.

Particella: Porzione continua di terreno (o da un fabbricato) situato in un medesimo Comune, appartenente ad uno stesso possessore (uno o più titolari) e sia nella medesima qualità o classe (o abbia la stessa destinazione).

Pubblicità dichiarativa: pubblicità disposta normativamente ai fini dell’opponibilità di un atto a terzi.

Pubblicità immobiliare: pubblicità idonea a rendere conoscibili a tutti gli atti che costituiscono, modificano od estinguono diritti reali su beni immobili o che creano vincoli sugli stessi. E’ attraverso la loro consultazione si può avere la conoscenza dell’appartenenza dei beni immobili e dell’eventuale esistenza di gravami.

Pubblicità notizia: pubblicità disposta normativamente a fini di mera informazione e non per la produzione di effetti giuridici.

Qualità: Individuazione dei terreni in base alla qualità di coltura cui sono ordinariamente destinati (vigneto, seminativo, ecc.) o in base alla destinazione loro assegnata (cortile, fabbricato rurale, ecc.).

Reddito Agrario: Compenso al capitale di terreno ed al lavoro intellettuale, gravante sul conduttore dell’attività agricola.

Rendita Catastale: La rendita catastale rappresenta “il reddito ordinario annuo mediamente ritraibile  dall’ unità immobiliare, al netto di spese e perdite e al lordo di imposte e contributi”

Reddito dominicale: Quota parte del prodotto padronale al netto di ogni onere esclusi quelli fiscali, gravante sulla proprietà.

Rendita fondiaria: Somma in danaro o in quantità di cose fungibili, di norma a prestazione perpetua, che una parte conferisce all’altra in cambio dell’alienazione di un immobile.

Rendita fondiaria: Somma in danaro o in quantità di cose fungibili, di norma a prestazione perpetua, che una parte conferisce all’altra in cambio dell’alienazione di un immobile.

Tariffa d’estimo: Reddito medio ordinario ritraibile dagli immobili per unità di consistenza al netto di tutte le spese concorrenti.

Trascrizione: forma di pubblicità prevista per gli atti di costituzione, trasferimento o modifica dei diritti reali su beni immobili. Viene effettuata mediante deposito di apposita nota di trascrizione in duplice esemplare e di copia del titolo presso la conservatoria dei registri immobiliari, normalmente allo scopo di rendere opponibile nei confronti dei terzi l’atto trascritto (c.d. pubblicità dichiarativa). È la legge stessa a indicare in modo tassativo quali atti vi sono soggetti.

Rendita Catastale: Rendita media ordinaria ritraibile al netto delle spese e perdite eventuali, ed al lordo soltanto dell’imposta fabbricati, delle relative sovrimposte e dei contributi di ogni specie.

Unità immobiliare urbana: Porzione di fabbricato, intero fabbricato o gruppi di fabbricati, ovvero area, suscettibile di autonomia funzionale e di redditività nel locale mercato immobiliare.
Registri immobiliari: pubblici registri tenuti dal conservatore dei registri immobiliari sui quali vengono effettuate le trascrizioni, le iscrizioni di ipoteca e le annotazioni.

Vano Catastale: si intendono i locali utili effettivi detti anche vani principali (camere, stanze, saloni, soggiorni, ecc.) e non possono superare i 15/20 mq.

Vendita: contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di un bene o di un diritto dietro versamento di un prezzo.

 

 

 

Print